Associazione Amici Parkinsoniani Piemonte Onlus, assistenza e supporto anche a distanza

Da un giorno all’altro, gli oltre 400 soci dell’Associazione Amici Parkinsoniani Piemonte Onlus si sono trovati senza il loro punto di riferimento, che normalmente offre “forme di sostegno pratico e psicologico ai malati di Parkinson e alle loro famiglie attraverso l’organizzazione di gruppi di sostegno, incontri e corsi formativi, convegni relativi alla malattia, all’alimentazione, alla fisioterapia e logopedia, agli ausili domestici e ai consigli generali e specifici per chi assiste i malati di Parkinson, informazioni relative allo svolgimento di pratiche burocratiche per l’accesso ai benefici sociali”, come si legge sul sito ufficiale.

Tutte attività – come quelle informative, divulgative e di sensibilizzazione riguardo a una malattia che colpisce, secondo le stime, più di 300mila persone in Italia – che si sono bruscamente interrotte con il lockdown causato dall’emergenza sanitaria Covid-19. Ma i volontari e i professionisti dell’Associazione Amici Parkinsoniani Piemonte Onlus non sono rimasti con le mani in mano.

“Per quanto possibile, abbiamo cercato di riconvertire le nostre attività a distanza, anche se non è facile viste le problematiche e anche l’età media dei nostri associati” spiega Roberta Grasso, psicologa che sta coordinando le attività in questo difficile periodo. “Prima di tutto abbiamo attivato un servizio di assistenza telefonica. Due psicologhe, che avevano iniziato a collaborare con noi nel Servizio Civile, si occupano del primo livello di accoglienza, in cui aiutano le persone ad avere risposte sul territorio, per esempio riguardo a spesa e medicine. In caso di necessità subentra un secondo livello di presa in carico, con un supporto psicologico attivo e periodiche chiamate di controllo. Il terzo livello prevede l’intervento di un neurologo. Vista la varietà di famiglie, età e situazioni, servono risposte molto differenziate”.

Oltre al numero cui chiamare in caso di necessità, i volontari e i professionisti dell’associazione sono anche attivi nelle telefonate: “Finora abbiamo chiamato più di 500 persone tra soci e altri che non avevano rinnovato ma possono comunque avere bisogno di assistenza: alcune persone vivono sole oppure all’interno di strutture, anche fare due parole diventa importante. In altri casi, di fronte a problematiche, abbiamo attivato le nostre procedure di supporto”.

L’Associazione Amici Parkinsoniani Piemonte Onlus, anche in tempi pre-coronavirus, offre un servizio di orientamento e supporto riguardo alle visite neurologiche e alle attività riabilitative (“non ci sostituiamo ai neurologi ma ci assicuriamo che le persone vengano gestite nel modo giusto”, specifica Roberta Grasso), gestisce attività di benessere psicofisico in piccoli gruppi, offre consulenze riguardo a domande di invalidità, richiesta di ausili e legge 104, il riferimento legislativo per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone con disabilità. Aiuti concreti che si affiancano al supporto psicologico, attivato anche in gruppi di auto-mutuo aiuto tra persone con Parkinson e loro familiari, per mettere in comune risorse pratiche ed emotive, “che in alcuni casi continuano in autonomia, vuol dire che abbiamo formato delle reti sociali che reggono, questo ci fa molto piacere”. Più difficile invece proseguire con le attività ludico ricreative (origami, costruzione di cestini, decorazione di bomboniere solidali…) e con le visite, le gite, i convegni.

Per non disperdere questo “patrimonio”, l’associazione ha attivato anche una “newsletter, con più di 200 contatti, ricca di proposte per gestire al meglio la situazione dal punto di vista neurologico e anche fisico: attività di ginnastica cognitiva, logopedia, proposte di ballo. Cerchiamo di dare continuità alle nostre abituali attività, diamo anche assistenza informatica alle persone che hanno difficoltà con il computer”.

Top
Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi