In viaggio verso il Volontariato che non si ferma ad agosto

Per molti è tempo di fare le valigie e partire per le vacanze, ma non per tutti. Tra chi rimane in città c’è chi sceglie di utilizzare il tempo libero per fare Volontariato “perché – come racconta una neo Volontaria DIVA – durante l’anno non riesco mai e adesso finalmente comincio!”. Abbiamo raccolto storie, esperienze e progetti a cura del Volontariato torinese.

Segnalateci la vostra esperienza di Volontariato estivo scrivendo a ufficiostampa@volontariato.torino.it 

 

Riqualificazione urbana: l’esperienza di Piazza Ragazzabile
(Giugno, primi di luglio – Circoscrizione 4 e 5 di Torino, Associazione Jonathan)

Un campo di bocce inutilizzato si è trasformato in un’area calcio, i “panettoni” di corso Telesio da grigi sono diventati un tripudio di colori, le panchine del giardino di via Valgioie sono ritornate come nuove.
Roba da Piazza Ragazzabile: un miracolo di sostenibilità urbana ad opera di un gruppo di trenta adolescenti tra i 15 e i 18 anni, che hanno scelto di passare l’estate pulendo, verniciando, scartavetrando e rendendo ragazzabile il loro quartiere.
In sella a una bicicletta, nel mese di luglio, i ragazzi sono andati a caccia di beni comuni dimenticati o male utilizzati della Circoscrizione 4 e della Circoscrizione 5 di Torino, realizzando la nuova edizione di Piazza Ragazzabile e dimostrando concretamente che prendersi cura della città è un gioco da ragazzi.
La sede del progetto è l’Ecomuseo Urbano di Torino, in via Medici 28. Piazza Ragazzabile si compone di mattinate di cantiere per le vie delle Circoscrizioni, e di incontri formativi a bottega con mestieri spesso visti solo in televisione: un imparare facendo con l’apicoltura, la falegnameria, la comunicazione, l’urbanocoltura. In cambio, i partecipanti riceveranno i crediti formativi per la scuola e un rimborso spese.
Mercoledì 22 giugno 2016 i ragazzi di Piazza Ragazzabile hanno realizzato una “panchina rossa” contro la violenza sulle donne nel giardino presente davanti al casa circondariale “Lorusso e Cutugno”.
Il progetto Piazza Ragazzabile, nato dal lavoro di gruppo di Enti diversi (Circoscrizione 4, Circoscrizione 5, Ass. Jonathan, Ass. Solea, e la Coop. San Donato) è l’incontro degli adolescenti con il mondo adulto nella comunità locale attraverso attività socialmente riconosciute di ecologia urbana.

Così le Volontarie DIVA presidiano gli ospedali della Città

C’è chi parte e c’è chi resta. Nell’estate torinese 2016 tra mare e montagna c’è chi sceglie il Volontariato. L’Associazione DIVA – Donne Italiane Volontarie Associate per esempio ha scelto di essere presente a luglio, agosto e inizio settembre all’accoglienza nei principali Ospedali della città per dare informazioni, aiutare e sostenere i parenti delle persone ricoverate. L’idea è nata nel 2013 dalla Presidente, Tina Durando, che ha subito dato il via a un progetto che negli anni si è ingrandito, coinvolgendo sempre più Volontarie e di conseguenza sempre più ospedali.
“Il personale presente al banco informazioni dell’Ospedale d’estate è ridotto – racconta Tina Durando – manca qualcuno che gestisca il flusso delle persone e le accolga. Chi entra in ospedale è in una condizione emotiva particolare. Un sorriso, un’informazione in più, un volto amico possono fare la differenza quando si va a fare una visita medica o si va trovare un parente ricoverato”. “Lo faccio per gli altri ma soprattutto per me stessa – racconta Francesca Mancin, studentessa di Architettura al terzo anno – è sorprendente come si possa rendere una persona felice con così poco. Fare Volontariato mi fa guardare alla routine quotidiana con occhi diversi”. Tra le Volontarie c’è anche Francesca Grasso. Quest’estate non andrà in vacanza e ha deciso di rendersi utile facendo Volontariato: “Durante l’anno non riesco mai, adesso che ho più tempo finalmente ho cominciato! – racconta – Mi piace il contatto con le persone, quel grazie, quel sorriso all’improvviso sul viso”.

Telefono Amico Torino conferma: “Se hai bisogno di parlare con qualcuno, io ci sono … sempre!” anche ad agosto!

Il Telefono Amico promuove la cultura dell’ascolto e dell’attenzione all’altro, e sensibilizza la cittadinanza sulle situazioni di difficoltà e solitudine che i Volontari quotidianamente affrontano.
“Se hai bisogno di parlare con qualcuno, io ci sono … sempre!”, questa è l’essenza dell’attività dell’Associazione: un servizio rivolto a chi si trova in situazioni di disagio, con l’obiettivo di prevenire il suicidio, una causa di morte poco studiata e poco combattuta. I Volontari sono a disposizione 24 ore su 24, 365 giorni l’anno al numero 011 3195252 Adesso li trovi anche online all’indirizzo www.portaleamico.it per comunicare via mail o via chat.

Cambiano le stagioni, ma non il SEA – SERVIZIO EMERGENZA ANZIANI

I Servizi dell’Associazione sono attivi per tutto il periodo estivo.
In particolare segnalano il servizio di PRONTO FARMACO FESTIVO tramite il quale i Volontari consegnano a domicilio farmaci agli over 65 nei giorni festivi dalle 8.00 alle 20.00
Per richiederlo basta chiamare il numero verde 800 812 068. È necessario essere in possesso della prescrizione medica. Un Volontario consegnerà i farmaci a domicilio.
Il servizio è sicuro perché:
– L’operatore del centralino indicherà alla persona che ha chiamato il nominativo del Volontario che si recherà presso il suo domicilio
– Ogni Volontario è munito di tesserino di riconoscimento
Il 15 agosto l’Associazione invita tutti a trascorrere insieme una giornata di amicizia, accompagnati dal verde, dalla musica e dal canto. La gita si svolgerà a Forno di Coazze, località di villeggiatura di mezza montagna situato in alta val Sangone, famosa per aver ospitato e ispirato Luigi Pirandello nella scrittura di una delle sue commedie più famose “Ciascuno a suo modo”.
A Forno di Coazze si trova il Santuario Grotta Forno, dedicato a Nostra Signora di Lourdes. Alle 10.30 si svolgerà la Santa Messa, a seguire: pranzo insieme, canti con l’accompagnamento della fisarmonica di luca e momenti conviviali. Il rientro a Torino è previsto per le 18.30.

Ad agosto weekend da sBandolo con Di.A.Psi

L’Associazione Di.A.Psi Piemonte (Difesa Ammalati Psichici) anche ad agosto organizza i “Week-end da sBandolo”: un’attività svolta nell’ambito del progetto “Il Bandolo” in collaborazione con altre cinque Associazioni di Torino, i due D.S.M. di Torino e con il sostegno della Compagnia di San Paolo. Si tratta di attività risocializzanti: feste, gite, visite a musei e luoghi storici, cinema, teatri, avvenimenti sportivi, ballo, ecc, che hanno luogo il sabato e la domenica ed in tutti gli altri giorni festivi, aperti ai malati psichici, ai loro famigliari, ai volontari ed agli amici residenti in Torino.

Top
Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi