Presentato il nuovo progetto HPL – High Performance Learning

Mercoledì 26 maggio si è tenuto il webinar di presentazione del nuovo progetto HPL – High Performance Learning, promosso da ADN Associazione Diritti Negati ODV e CPD Consulta per le Persone in Difficoltà ODV ETS e coordinato dalla dott.ssa Barbara Urdanch, esperta di Bisogni Educativi Specifici e Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

L’iniziativa, finanziata dalla Regione Piemonte attraverso il Bando “Progetti di rilevanza locale promossi da soggetti del terzo settore”, si pone come obiettivo di colmare un bisogno fortemente avvertito dalle famiglie di studenti con disabilità cognitive e intellettive: offrire alla comunità educante che ruota intorno ai propri figli strumenti e metodologie innovative per sostenere e potenziare quanto possibile l’apprendimento dentro e fuori l’ambiente scolastico. «Credo molto in questo progetto portato avanti da ADN Associazione Diritti Negati Odv – spiega l’assessore regionale al Welfare, Chiara Caucino – perché favorisce uno degli obiettivi che, fin dall’inizio, mi sono posta: sostenere l’integrazione sociale e l’educazione inclusiva per tutti gli studenti portatori di disabilità, compresi quelli affetti da problemi cognitivi ed intellettivi. Ben vengano quindi sperimentazioni di nuovi modelli, come questo, che possano coinvolgere insegnanti, educatori e famiglie, per creare una forte sinergia a sostegno dei ragazzi, in grado davvero di fare la differenza. Penso, in particolar modo all’utilizzo delle nuove tecnologie che permetteranno un sostegno anche in orario extra scolastico, che ritengo fondamentale».
«Ritengo altresì molto importante – prosegue Caucino – lo sportello di supporto per le famiglie, ospitato all’interno del centro HPL – ma che garantirà il contatto con tutto il territorio piemontese – e favorirà la collaborazione con gli Istituti scolastici per creare un’autentica integrazione fra il percorso scolastico e l’educazione famigliare tale da consentire una continuità operativa davvero concreta ed efficace».
Il progetto intende proporre strumenti ad alta performance tecnologica per il supporto all’apprendimento degli studenti andando a studiare a livello internazionale quali sono i software più funzionali ai diversi tipi di disabilità. In questo il supporto dell’Innovation Center di Intesa Sanpaolo è determinante. “La letteratura e la pratica clinica ci dimostrano che più precocemente si riesce ad intervenire, anche nei primi anni scolastici, con supporti adeguati e più si ha la possibilità di raggiungere obiettivi di miglioramento cognitivo. Anche in adolescenza e età adulta il miglioramento cognitivo è possibile se condotto con strumenti adeguati. Questa iniziativa è un’occasione per sensibilizzare al tema della disabilità cognitiva e costruire nuove sinergie tra Scuola, Famiglie e Sanità” dichiara il Dr. Roberto Keller, direttore del Servizio Regionale per il Disturbo dello spettro autistico in età adulta e referente degli Ambulatori DSA e ADHD della ASL Città di Torino.

Tutta la comunità educante che ruota intorno agli studenti con disabilità cognitiva e intellettiva presi in carico dal Centro HPL, con sede presso i locali dell’Educatorio della Provvidenza, in Corso Trento 13 a Torino, a partire dal prossimo anno scolastico sarà coinvolta nel percorso di co-progettazione del piano educativo dello studente. Sarà organizzato un percorso formativo per insegnanti, un servizio di supporto per le famiglie e momenti di divulgazione per diffondere i risultati del progetto. “E’ fondamentale coinvolgere tutta la comunità educante per garantire agli studenti un percorso quanto più possibile completo e personalizzato. L’Associazione Diritti Negati ODV ha oltre 20 anni si impegna per garantire processi di inclusione per tutte le persone con disabilità, questo progetto rappresenta una sfida impegnativa e determinante per migliorare la qualità di vita di molti giovani” dichiara la Vice Presidente di ADN Vilma Raimondi.

Il Centro nascerà fisicamente a Torino, ma molte attività tra cui lo Sportello di Sostegno alle famiglie per favorire l’orientamento tra i servizi e migliorare il dialogo con la Scuola sarà rivolto a tutto il territorio regionale. In particolare il territorio di Cuneo e di Biella hanno espresso già in fase progettuale il loro interesse verso questa sperimentazione per valutare la possibilità di replicarla nel loro contesto.

Oltre ai partner scientifici come Innovation Center, Dipartimento di Culture, Politiche e Società dell’Università di Torino, Servizio Regionale Disturbo dello spettro autistico in età adulta dell’ASL “Città di Torino” e all’Educatorio della Provvidenza molti altri Enti hanno sottoscritto il loro interesse al progetto: Assessorato alla Salute, Politiche Sociali e Abitative del Comune di Torino, tutte le Circoscrizioni della Città di Torino, Comune di Biella, CISSABO (Consorzio Intercomunale dei Servizi Socio-Assistenziali del Biellese Orientale), Consorzio Intercomunale Servizi Socio Assistenziali I.R.I.S., Comune di Cuneo e Centro Autismo e Sindrome di Asperger dell’ASL Cuneo 1.
Tra le collaborazioni con organizzazioni di volontariato e coordinamenti, il progetto può contare sulla collaborazione del Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Torino Vol.To, del CSV di Biella e Vercelli e del CSV di Cuneo. Infine, tra le Associazioni di Promozione Sociali possiamo annoverare l’Associazione I Buffoni di Corte, l’Associazione APS Inchiostro, l’ANP Associazione Nazionale Dirigenti Pubblici e Alte Professionalità della Scuola e la Società Mutua Piemonte.

Per ulteriori informazioni, preghiamo di contattare:
ADN – Associazione Diritti Negati ODV
Corso Unione Sovietica, 220/D
Ingresso accessibile – Via San Marino 22A
10134 Torino TO
Tel 011.3188285
info@adnonlus.it
www.adnonlus.it

Top
Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi