Profumo di vita, l’iniziativa dell’Associazione Legal@rte

È stato presentato alcuni giorni prima di Natale il progetto artistico-sociale Profumo di vita #neldirittodelbambino nato dalla collaborazione tra l’Associazione Legal@rte, costituita da un gruppo di  appartenenti alla Polizia di  Stato, e la fotografa torinese Elena Givone. La quarta edizione del calendario, realizzata in collaborazione con l’associazione Alsil Onlus, vede il patrocinio della Regione Piemonte e della città di Torino.

L’iniziativa, curata dalla presidentessa di Legal@rte Roberta Di Chiara, nasce dall’intento di creare un momento di riflessione ed approfondimento sul tema della violenza assistita da minori in famiglia. Violenza in cui il bambino è “spettatore obbligato” di qualsiasi forma di maltrattamento espresso attraverso atti di violenza fisica, verbale, psicologica  su figure di riferimento per lui/lei affettivamente significative. Una forma di violenza che riguarda tutti dal momento che quegli adulti, diventati genitori, corrono un alto rischio di trasmissione intergenerazionale delle condotte maltrattanti/abusanti.

Per affrontare il tema, l’artista Elena Givone ha scelto da subito la fotografia “newborn”. Nelle precedenti edizioni del calendario Profumo di Vita, gli scatti sono stati realizzati dalla fotografa torinese all’interno dei reparti maternità di ospedali italiani, nei primissimi giorni di vita del bambino, cogliendo al meglio il momento magico ed irripetibile del sonno profondo del neonato nella sua fragilità, protetto dall’abbraccio dei genitori. Immagini di cura e protezione, accompagnate da informazioni medico-scientifico a cura dell’associazione Familiarmente, per ricordare che nei primi mille giorni di vita si gettano le basi per l’adulto del domani.

Nell’anno della pandemia, caratterizzato dalle “distanze”, sono stati invitati alcuni tra i più grandi fotografi newborn del panorama internazionale ad unire le proprie voci all’insegna della tenerezza, per dar vita ad una società resiliente che metta in primo piano la salvaguardia del capitale umano, affrontando le incognite del futuro che ci attende. 

Parte integrante del progetto è poi il cortometraggio Il Silenzio del Dolore, presentato al 36° Torino Film Festival; un QR Code permetterà di visionare il racconto interpretato dall’attrice Elena Ruzza che ne ha curato la regia con Matteo Cantamessa. Tratto da un testo autobiografico della poliziotta e psicoterapeuta Katia Ferraguzzi, il video pone il visitatore di fronte ad una realtà spesso invisibile, quella di minori  vittime di violenza assistita.

La distribuzione dei calendari nella città di Torino, oltre al consueto canale ospedaliero dei reparti maternità, verrà effettuata attraverso l’iniziativa “Latte sospeso”. Il calendario verrà infatti donato con l’acquisto di latte in polvere per neonati presso la Farmacia Dora dott. Ratto, Via Cigna 118 e Farmacia Universitaria, Via Po 14 , che si sono messe a disposizione con confezioni a prezzo calmierato; il latte acquistato verrà lasciato in farmacia per essere distribuito alle neomamme in difficoltà attraverso l’Associazione Camminare Insieme.

Top
Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi