Sabato 11 febbraio appuntamento in farmacia per la Giornata di Raccolta del Farmaco

magliano alla grf1741.000 euro di risorse impegnate per 1.070.800 euro di valore generato: è questo il dato che sta più a cuore a Clara Cairola Mellano, Presidente dell’Associazione Banco farmaceutico Torino, presentato insieme agli altri numeri nel corso della conferenza stampa della XVII Giornata di Raccolta del Farmaco.  Sabato 11 febbraio 2017 in 101 Province, nelle oltre 3.600 farmacie che aderiscono all’iniziativa e ne espongono la locandina, sarà possibile acquistare uno o più medicinali da banco da donare ai poveri, assistiti dai volontari di Banco Farmaceutico (anche quest’anno sono più di 14.000). I farmaci acquistati saranno consegnati direttamente agli oltre 1.600 enti convenzionati con Banco Farmaceutico onlus.

Per Silvio Magliano, Presidente del Centro Servizi Vol.To “La  Giornata di Raccolta del Farmaco è un esempio di sussidiarietà circolare perché coinvolge tutti i soggetti della nostra società, permettendo a ciascuno di essere protagonista di una grande avventura di carità. I numeri del Banco Farmaceutico ci raccontano di una società che riesce a produrre soluzioni a problemi comuni“.

Durante la GRF del 13 febbraio 2016, sono stati raccolti 353.851 farmaci, per un controvalore commerciale pari a circa 2 milioni di euro. Ne hanno beneficiato oltre 557.000 persone assistite dagli enti convenzionati. In 16 anni, la GRF – Giornata di Raccolta del Farmaco ha raccolto oltre 4.100.000 farmaci, per un controvalore commerciale di circa 24 milioni di euro.

In 3 anni, la richiesta di farmaci da parte degli enti convenzionati con Banco Farmaceutico è salita del 16%, a fronte del costante aumento degli indigenti assistiti: gli utenti complessivi, inoltre, sono cresciuti nel 2016 del 37,4% (nel 2016, gli enti sostenuti da Banco Farmaceutico hanno aiutato oltre 557mila persone, il 12% dei poveri italiani). Le difficoltà, infine, non riguardano solo i poveri: oltre 12 milioni di italiani e 5 milioni di famiglie hanno dovuto limitare il numero di visite mediche o gli esami di accertamento per ragioni di tipo economico. E’ quanto emerge dall’ultima edizione di “Donare per curare: Povertà sanitaria e Donazione Farmaci”, il rapporto sulla povertà sanitaria realizzato da Banco Farmaceutico in collaborazione con l’Osservatorio Donazione Farmaci.

Lo scorso anno in Piemonte la Giornata di Raccolta ha coinvolto 463 farmacie, portando il numero dei farmaci donati a quota 47.986 mentre gli enti convenzionati sono stati 177 per un totale di circa 45.000 persone assistite.
In particolare, nell’area metropolitana di Torino, gli enti convenzionati sono stati 50 e le 214 farmacie aderenti hanno raccolto 23.324 farmaci distribuiti a 26.000 assistiti. 

L’iniziativa vedrà coinvolte nel corso della diciassettesima Edizione, a Torino e nei comuni della provincia 222 Farmacie, che raccoglieranno farmaci per i 50 enti convenzionati del territorio, tra cui Camminare Insieme, Sermig, Gruppo Abele, gruppi Caritas, la Comunità Madian, che avranno il compito, una volta ricevute le donazioni dalle farmacie, di distribuire i medicinali tra i loro assistiti.
La GRF si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, in collaborazione con Aifa, Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute e BFResearch. L’iniziativa è realizzata con il sostegno di Intesa Sanpaolo, Teva, Doc, EG EuroGenerici, Avvenire, TV2000, Mediafriends, Segretariato Sociale Rai e Pubblicità Progresso.

 

Top
Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione. <br>Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi