UNITALSI, a ottobre il primo pellegrinaggio a Lourdes post coronavirus

La sezione piemontese dell’UNITALSI, l’Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali, lentamente sta tornando alla normalità dopo mesi di attività e iniziative sospese. In vista del prossimo autunno, per le date del 12-15 ottobre, sta organizzando un pellegrinaggio a Lourdes con volo diretto dall’aeroporto di Torino Caselle. Come da tradizione dell’Associazione, il viaggio sarà organizzato in modo che questo possa essere accessibile alle persone disabili e a tutte quelle con mobilità ridotta. 

La presidentessa della sezione piemontese Micaela Operti ha voluto commentare così la notizia della ripresa dei viaggi in direzione dei santuari mariani: “Ovviamente il blocco dei mesi scorsi ha fatto sì che molti pellegrinaggi che erano stati programmati per l’estate venissero cancellati. Ora che però c’è stato il via libera e che ci sono state comunicate tutte le indicazioni per potersi muovere in sicurezza ci siamo subito prodigati per organizzare un viaggio presso il santuario di Lourdes. Un santuario non casuale, dal momento che proprio Lourdes rappresenta una specificità della nostra Associazione”.

Continua Operti: “Il viaggio in aereo, previsto con partenza da Caselle, è per lo più dedicato alle persone con disabilità, motivo per cui è previsto che ci sia spazio per l’imbarco di 17 carrozzine. Sarà ovviamente organizzato nel dettaglio, rispettando tutti i protocolli di sicurezza, a cominciare dall’utilizzo dei necessari dispositivi di protezione individuale”.

Ancora prima di Lourdes, sarà possibile fare un pellegrinaggio (16-21 agosto) in Belgio a Banneux vicino a Liegi. Sempre Operti: “Lì si trova un santuario mariano poco conosciuto ai più, ma molto amato dalla sezione del Piemonte dal momento che è da 44 anni che lì vi organizziamo un pellegrinaggio. In quel caso oltre all’aereo sarà possibile, visto il minor numero di chilometri, anche viaggiare in bus. Il luogo offre grande spazi per l’accoglienza”.

Operti ovviamente esprime tutta la sua soddisfazione per il ritorno alla normalità: “Abbiamo tutti una grande voglia di ritornare in posti a noi cari e siamo contenti di poterlo fare di nuovo tutti insieme. Per noi tutto questo rappresenta una grande iniezione di fiducia”.

Per poter partecipare al pellegrinaggio è necessario prendere inizialmente contatto con una delle sedi dell’UNITALSI presente sul territorio piemontese; questa poi fornirà alle persone interessate tutte le informazioni necessarie.

 

Top
Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi