Gruppo Protezione Civile 94 Chieri, distribuiti più di 25mila litri di igienizzante

Da inizio aprile ad oggi, grazie a due macchinari che producono un disinfettante per l’igienizzazione di pavimenti e sanitari, i volontari del Gruppo Protezione Civile 94 Chieri hanno prodotto più di 25mila litri di prodotto, distribuito gratuitamente a centinaia di associazioni, enti, comuni, case di riposo, scuole, anche a vigili del fuoco e forze dell’ordine. “Ora stanno iniziando a contattarci per i centri estivi – racconta il presidente Nicola Cotardo – non c’è un attimo di tregua. Negli ultimi tre mesi abbiamo anche mangiato qui in sede, insieme al gruppo di volontari stiamo facendo un lavoro davvero straordinario”.

Il macchinario in questione è stato donato al Gruppo Protezione Civile 94 Chieri dalla ProMinent, azienda tedesca con una sede a Orbassano: caricato ad acqua e sale, produce ogni ora 7 litri di ipoclorito di sodio, un igienizzate simile alla candeggina, ideale per pavimenti e sanitari. “Ci eravamo detti disponibili a regalare l’igienizzante alle case di cura e alle associazioni di volontariato che ne avessero bisogno – continua Cotardo – e così è stato. Siamo partiti con le associazioni della zona, ci siamo allargati a quasi tutte le province del Piemonte (Asti, Alessandria, Vercelli, Cuneo, oltre naturalmente Torino) e siamo arrivati ormai a tutta Italia. In provincia di Modena, dove già eravamo stati dopo il terremoto del 2012, abbiamo portato di persona 1200 litri. Ne abbiamo spediti un migliaio di litri in provincia di Macerata, 2000 a Firenze, altri 2000 all’associazione Capitano Ultimo a Roma, 1000 litri a testa al Comune e alla Caritas di Tradate, in Lombardia, e l’ultimo carico di 4000 litri è andato in provincia di Potenza, nel Comune di Rapone e all’Abbazia di San Michele Arcangelo”.

Un impegno davvero gravoso per i Volontari: “Stiamo diventando matti a stare dietro a tutto” ride il presidente, che continua: “Chi può viene a prendere il prodotto nella nostra sede, altrimenti lo consegniamo noi: siamo andati a Croce Rossa e Croce Verde, al Cottolengo e al Gruppo Abele, alla Caritas di corso Mortara siamo già andati e torneremo sabato prossimo”. Tutto in forma rigorosamente gratuita: “Fortunatamente arrivano delle donazioni per aiutarci: chi ha donato i fusti, chi il sale, chi ha dato un contributo economico. Finora ce la facciamo, ma devono ancora arrivare le bollette: con due macchinari che girano tutto il giorno, vedremo…”

Ma c’è la soddisfazione a ripagare ogni sforzo: “Al di là della fatica – conclude Nicola Cotardo – siamo contentissimi del contributo che siamo riusciti a dare in questo periodo difficile per tutti, è questo il senso del nostro volontariato. Adesso vedremo come andare avanti, perché alcuni dei nostri volontari, siamo una  ora ricominciano a lavorare. Speriamo, come sembra, che la situazione di emergenza si stia risolvendo e soprattutto che non ritorni con l’autunno”.

Per chi volesse offrire il suo contributo, i contatti del Gruppo Protezione Civile 94 Chieri sono i seguenti: cellulare 348/0357964, mail gpc94chieri@libero.it.

Top
Carattere
Contrasto

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi